Press 2003


"Il mondo parallelo dei fumetti"

 di Carlo Branzaglia. In D la Repubblica delle Donne anno 8 n.355 del 14 giugno 2003

 

Il fumetto è capace di raccontare storie senza tanti filtri, e sa poi espanderle su altri orizzonti. Sono tavole inattese quelle di inguineMAH!gazine, neonata rivista edita da Coniglio Editore, che parla di strane esperienze. Tra le pagine, compare infatti anche Blu, autore di graffiti murali in mote città italiane, che ora esordisce nel mondo dei comics. Ma non mancano i disegnatori più classici: Aleksandar Zograf, serbo, famoso per aver narrato i bombardamenti del suo Paese, propone su inguine i suoi nuovi lavori. Lo stile è volutamente contaminato: qui convivono street art (gli sticker di Paper Resistance), web (inguine.net è già una celebrità) e arte plastica (il simbolismo di Gianluca Costantini). In libreria, una volta ogni quattro mesi.

 

Coniglio Editore, piazza Regina Margherita 27 Roma tel 06.8417393
www.coniglioeditore.it


"Tratti d'avanguardia" - a cura di Daniele Bonomo. In Next Exit aprile 2003.
(Happening, riviste e mostre. Un progetto in rete che punta alla produzione: Inguine.net)

 

Spesso e volentieri nella rete nascono degli ibridi che sono soltanto la brutta copia dei fumetti in carta e inchiostro. Scansioni di tavole, racconti disegnati più simili ad animazioni che a veri e propri fumetti. Ma le primizie sono altra cosa e lo conferma Gianluca Costantini: "Inguine.net è un progetto per un sito web dedicato al fumetto. Nasce soprattutto dalla curiosità di scoprire e capire meglio cosa succede quando il fumetto incontra i mezzi di comunicazione digitale ed interattiva della rete. Come cambia, e se cambia, il modo in cui i fumettisti pensano e disegnano le storie e allo stesso tempo quali sono le relazioni che si determinano tra il fumetto e la progettazione grafica e interattiva del web".
Inguine.net è un progetto, senza fini commerciali, nato dall'idea di Gianluca Costantini, Alessandro Micheli e Marco Lobietti, per un sito dedicato al fumetto contemporaneo e alle sue potenzialità espressive: "Il tutto nasce tra Ravenna e Bologna, per arrivare il più lontano possibile..."
Più che una rivista è un organismo in crescita, il suo obiettivo è far conoscere il fumetto ed esplorare le sue potenzialità in rete. Un contenitore che fa dell'interattività con l'utente uno dei suoi punti di forza insieme ai contrasti: contatto immediato/imprevedibilità, immersione/seduzione nella materialità del fumetto ripensato e ridisegnato nella e per la rete.
"Inguine legge e smonta la Storia - continua Costantini - depositando quello che il fumetto ha prodotto: istinto, idee, concetti, emozioni, invitati a tradurre o intervenire, con il loro linguaggio. Tutto si trasforma grazie ai contributi di navigatori, musicisti, grafici, altri disegnatori. Le tavole si animano, si riempiono, si svuotano, si trasformano in qualcos'altro".
Molto forte è il legame che unisce gli artisti che collaborano con Inguine.net e alcune delle componenti più interessanti nel panorama del web-design italiano (Ubq.it, Designradar.it, Digitalultras.com, Syncproduz.net, Squarepix.it) e dopo tre anni di attività si avvale dell'aiuto di moltissimi artisti e redattori tra cui Joe Sacco, Giuseppe Palumbo, Maicol e Mirko, Davide Saraceno, Alessandro Staffa, Squaz, Davide Reviati, Populus, Alberto Lavoradori, Michele Petrucci, Paper Resistance, Marco Bailone, Giovanni Barbieri, Christian del Monte, Elettra Stamboulis, Andrea Accardi, Blu. Tutti accoumunati dall'amore verso la ricerca di una freschezza nel lavoro e nella tecnica. Ma Inguine.net non si ferma sulla rete, ha in atto infatti molte iniziative, nate con diverse collaborazioni, che lo portano ad essere più tangibile al di fuori di internet e molto vicino alle problematiche sociali di questo periodo. "Questo vuol dire soprattutto creare partecipazione e attivare nuove forme di intervento e mobilitazione attorno a temi che ci interessano. Ad esempio, No War in Irak . piccolo network contro la guerra - e LYF - Leave your Fingerprints".
Fra le altre collaborazioni, quella con l'Associazione Culturale Mirada con la quale ha organizzato la mostra sul fumettista/reporter Joe Sacco Nuvole da oltre frontiera che si è tenuta alla Pinacoteca di Ravenna, o quella con l'Associazione Altervox per il festival sul fumetto Caffè Mentale che si è tenuto a Grottammare oppure quella che ha portato il progetto a Ljubljana per il decennale della fondazione della rivista Stripburger.
Per il futuro sono previsti poi ben tre progetti su carta tutti in uscita a maggio per l'Happening Underground di Milano. Dalla rivista inguineMAH!gazine, ad un numero antologio sul puk/hard Core Italiano, per finire con una rivista personale di Gianluca Costantini Cannibal Kitsch, riviste alle quali daranno il loro contributo i collaboratori del sito e non solo.


"Un promettente disegnatore italiano" In "Rai International Online" 2003.


Gianluca Costantini, 30 anni, ravennate, è tra i disegnatori più ammirati dell'attuale scena italiana. Portavoce di un'avanguardia che affonda le proprie radici nell'indagine politica e sociale, egli ha iniziato la sua brillante carriera di vignettista prendendo a modello il fumetto americano d'autore, fino a sviluppare nel tempo uno stile personale e visionario in cui la storia e l'attualità si combinano per rivelare un complesso quadro di rapporti umani, condizionati dall'influenza che i media hanno sulla vita di tutti i giorni. Ricco di tavole e strisce a fumetti che il disegnatore mette gratuitamente a disposizione degli utenti, senza avanzare diritti di copyright, il sito ufficiale si compone di diversi settori ripartiti senza un preciso ordine logico, in una veste grafica provocatoria come la sua arte.
leggi tutto


"Adolgiso.it ricreazioni e riscritture"

a cura di Armando Adolgiso . In adolgiso.it 2003.


Non sempre occorrono ringhiere, fili o lessici per attraversare con lo sguardo le opere degli artisti.
leggi tutto


"Gianluca Costantini - Cannibal Kitsch "

In Exibart.com 2003.


Gianluca Costantini nasce con la generazione dei video giochi, cresce cibandosi di fumetti e immagini, crea un suo proprio stile influenzato dai mosaici bizantini di Ravenna e dalla ventriloquia di Willian Burroghs per quanto riguarda i testi dei suoi fumetti. Legato al mondo dei comics underground, frequenta e fa incursioni anche nel mondo dell'arte con l'A maiuscola.
leggi tutto