Le cicatrici tra i miei denti

Antologia e ritratti di poesia in lotta


ACQUISTA IL LIBRO

 

Dall’intrecciarsi dei segni linguistici e di quelli iconici, dal fon- dersi e confondersi dei volti con le parole che li accompagnano in un contro-canto spesso secco, essenziale, gradevolmente stri- dulo, nascono personaggi che sono protagonisti di una sorta di fumetto istantaneo, che si risolve in un’unica, fulminea immagi- ne, in un lampo crudele che squarcia il buio della pagina intorno. 

Lello Voce, dall'introduzione del libro


Rivolta, certo. Serve a rivoltare le zolle della vita, la poesia. Fa irradiare i bruchi dalla terra, i vermi. Rende evidente il labi- rinto delle radici. Avvisa che laggiù c’è la pupilla grigia di una fonte d’acqua. La bestemmia e il giubilo, la gloria del grano, odori prepotenti: la poesia perlustra i sotterranei, i luoghi dove nessun uomo si avventa. E scopre che al posto degli inferi c’è la gioia.

Davide Brullo, dalla postfazione del libro



Il giro del mondo in 61 poesie, aforismi, ri essioni, di poeti, scrittori, uomini e donne,
attraverso due secoli e quasi tutte le culture che compongono il nostro pensiero contemporaneo. 

Questa originale antologia curata dall’artista/attivista Gianluca Costantini unisce la sua originaria passione per la poesia con il lavoro di media madonnaro che lo caratterizza internazionalmente soprattutto in rete. Un album familiare di volti noti e meno noti, una galleria di ritratti che provengono da tutti i continenti, e che costruiscono un arcipelago visivo e verbale in cui risuona come leitmotiv l’impegno civile, l’attenzione per l’umanità, l’attitudine all’amore.

Da Anna Achmatova ad Andrea Zanzotto passando per Nazim Hikmet e Che Guevara, l’alfabeto poetico di Costantini testimonia la resistente necessità della bellezza: non c’è rivoluzione possibile e giusta senza di essa.

Introduzione di Lello Voce, postfazione di Davide Brullo


Biografia:

Gianluca Costantini disegnatore e artista visivo che indaga il reale da più di 15 anni. Ha pubblicato le graphic novel Arrivederci, Berlinguer (beccoGiallo, 2013), Cena con Gramsci (becco- Giallo, 2012), Julian Assange dall’etica hacker a Wikileaks (beccoGiallo, 2011), Cattive Abitudini (Giuda 2013), L’ammaestratore di Istanbul (Giuda, 2013), Vorrei incontrarti (fernandel, 2006), Diario di un qualunquista (fernandel, 2007), Ultimo. Storia di ordinaria guerra civile (Edizioni del vento, 2007), Officina del macello (Eris, 2014).

 


 Tournée

 

1) 12 novembre 2016, con Tahar Lamri e Agata Tomsic, Libreria Dante, Ravenna

2) 31 gennaio 2017, con Emidio Clementi, Libreria modo Infoshop, Bologna

3) 23 febbraio 2017, con Massimo Pulini, Davide Brullo e Massimo Roccaforte, Museo della Città, Rimini

4) 21 marzo 2017, con Simone Cortesi e Mara Munerati, Kino, Piece di Cento (BO)


Novità:

Presentazione e mostra "Le cicatrici tra i miei denti" a Pieve di Cento (BO)

 

“Le cicatrici tra i miei denti”

Antologia e ritratti di poesia in lotta

un libro di Gianluca Costantini

edito da NdA Press

al Circolo Kino

Presentazione

con Simone Cortesi e Mara Munerati

 

martedì 21 marzo, ore 21.15

 

Read More 0 Comments

Presentazione "Le cicatrici tra i miei denti" a Rimini

“Le cicatrici tra i miei denti”

Antologia e ritratti di poesia in lotta

un libro di Gianluca Costantini

edito da NdA Press

al Museo della Città di Rimini

Presentazione

un dialogo tra Davide Brullo e Gianluca Costantini

con Massimo Pulini (Assessore alla Cultura di Rimini)
e Massimo Roccaforte (NdA Press)

giovedì 23 febbraio, ore 17.30

 

Read More 0 Comments

Le cicatrici tra i miei denti - Scuola di Fumetto

 

di Laura Scarpa

Scuola di fumetto, gennaio 2017

 

NdA Press

 

Un piccolo libro poetico e politico. Costantini ci ha abituati a raccontare la cronaca nera del sociale, le guerre taciute, le ingiustizie. Lo fa qui in modo anomalo. Strappando pochi versi a un centinaio d poeti e poetesse. Sono tutti legati in qualche modo alla lotta, alle rivoluzioni, ma non tutti parlano direttamente di carri armati e battaglie, la lotta può arrivare attraverso la pace di un olivo da piantare. il segno è leggero e non aggressivo, come tracce di un ricordo già un po’ sbiadito. Non è un fumetto, è quel confine che si fa sempre più incerto. Un ponte tra l’editoria più difficile da vendere (la poesia) e quella in ascesa (il graphic novel o journalism), una possibilità. «La cosa più pericolosa da fare è rimanere immobili» (William S. Burroughs). (L.S.) 

 

Read More 0 Comments

Il giro del mondo poetico di Gianluca Costantini

 

di Alessandro Fogli

Corriere Romagna, 1 gennaio 2017

 

Un'antologia originalissima 
un album di volti noti e meno noti

 

É da qualche settimana in libreria Le cicatrici tra i miei denti (NdA Press), nuovo libro del disegnatore ravennate Gianluca Costantini, un giro del mondo in 61 poesie, aforismi, riflessioni, di poeti, scrittori, uomini e donne, attraverso due secoli e quasi tutte le culture che compongono il nostro pensiero contemporaneo.

Read More 1 Comments

Dieci consigli illustrati - Le cicatrici tra i miei denti

 

di Ferruccio Giromini

Pagina99, 17 dicembre 2016

 

Tralasciando per una volta le strette abitudini di giornalista grafico, il ravennate Gianluca Costantini si volge alla poesia, senza rinunciare all'impegno civile che lo ha sempre caratterizzato; raccoglie cioè frammenti di scritti di numerosi poeti di tutte le terre e le epoche, unificati sotto il segno della meditazione sui difficili rapporti tra il vivere individuale e sociale. da visualizzatore, lo fa tatuando i brevi testi sui ritratti dei rispettivi autori nella sua tipica calligrafia arabo-geroglifica.

Read More 0 Comments

Poesia e impegno civile: l'album di ritratti firmato Gianluca Costantini

 

Tra i libri da mettere sotto l'albero scegliendo tra autori ravennati c'è sicuramente l'ultimo lavoro di Gianluca Costantini, graphic journalist di fama internazionale, un volume originale che raccoglie una galleria di ritratti di poeti che provengono da tutti i continenti, e che costruiscono un arcipelago visivo e verbale in cui risuona come leitmotiv l'impegno civile, l'attenzione per l'umanità, l'attitudine all'amore. Da Anna Achmatova ad Andrea Zanzotto, l'alfabeto poetico di Costantini testimonia la resistente necessità della bellezza: non c'è rivoluzione possibile e giusta senza di essa. Il volume rappresenta un arcipelago di oltre 60 cantori che portano nelle loro parole le ferite del tempo. Introduzione di Lello Voce, postfazione di Davide Brullo. Edito da NdA press.

 

Ravenna&Dintorni, 15 dicembre 2016

Read More 1 Comments

Volti di poeti per l'album di ritratti di Gianluca Costantini

 

In libreria/1
Volti di poeti per l'album di Gianluca Costantini

in R&D CULT
dicembre 2016 - Gennaio 2017


Read More 0 Comments

Le cicatrici tra i miei denti in vetrina alla Libreria Feltrinelli di Ravenna

laFeltrinelli di Ravenna

 

Via Diaz, 14 

48100 Ravenna

Telefono: 199.151.173

Fax: 0544 214056

Lunedì - Sabato: 09:00 - 20:00 

Domenica: 10:00 - 13:00 / 15:30 - 19:30

 

www.lafeltrinelli.it

Read More 0 Comments

I poeti sono il motore della storia

Read More 0 Comments

'Le cicatrici tra i miei denti' Quando la poesia diventa immagine

di Roberta Bezzi
su il Resto del Carlino, sabato 12 novembre 2016

Read More 3 Comments

Le cicatrici tra i miei denti - Intervista a Gianluca Costantini

 

di Iacopo Gardelli

Ravenna Notizie, 11 novembre 2016

 

Quando arrivo lo studio di Costantini è ancora sottosopra per una la lunga nottata di disegno: Gianluca ha partecipato ad una maratona d'illustrazione per raccontare le elezioni americane. Si è svegliato da poco. Sul suo tavolo si susseguono i visi ormai noti dei due sfidanti, formati da tratti a volte dolci come il sorriso di Hillary, a volte nervosi come i capelli di Trump. 

 

Un'illustrazione su tutte mi colpisce: un foglio bianco, il riporto di Trump a mezz'aria, e poco più in basso una mano inguantata di bianco che mima una pistola. BANG. È lui, il nuovo presidente degli Stati Uniti, abituato a spararle grosse, senza neanche il bisogno di disegnargli una faccia. Un esercizio quasi gestaltico: siamo stati talmente pervasi dalla sua faccia, che ormai la possiamo ricostruire mentalmente.

 

Costantini ha appena pubblicato con la casa editrice riminese NDA un nuovo libro di illustrazioni, Le cicatrici tra i miei denti. Antologia e ritratti di poesia in lotta. Un libro agile e scarno, fatto di volti e parole. Versi che come vespe ronzano attorno al viso dei poeti che li hanno scritti, pronti a pungere e a difendere i loro padri. Continua

 

Read More 0 Comments

61 ritratti per l'alfabeto poetico di Costantini

Read More 1 Comments

Presentazione e mostra "Le cicatrici tra i miei denti" a Ravenna

“Le cicatrici tra i miei denti”

Antologia e ritratti di poesia in lotta

un libro di Gianluca Costantini

edito da NdA Press

alla Libreria Dante di Longo

Presentazione

un dialogo tra Tahar Lamri e Gianluca Costantini

letture di Agata Tomsic (ErosAntEros)

sabato 12 novembre, ore 18.30

Mostra

dal 12 al 26 novembre, 2016

Read More 1 Comments

Lotta totale. Il disegnatore "contro"

di Davide Brullo

su LaVoce, n.303 1 novembre 2016

 

The Italian Cartoonist Unmasking the Powerful. Il disegnatore che smaschera il potere. Così una rivista internazionale ha descritto Gianluca Costantini. Non è un vezzo romantico. Costantini, dotato di una tecnica straordinaria (insegna alle Accademie di Belle Arti di Bologna e Ravenna, recentemente è stato omaggiato dal Presidente turco Erdogan. La scorsa estate la Turchia ha oscurato il suo blog, reo di pubblicare vignette non inchinate, ribelli. Ora Costantini, per Nda Press, ribelle e risorto editore riminese, pubblica Le cicatrici tra i miei denti, cioè una << antologia e ritratti di poesia in lotta>> (pp. 140, euro 10). Da Anna Achmatova (<<ad un dio che non ci ha salvato>>) a Yukio Mishima, da Antonin Artaud ad Attilio Bertolucci (<<lasciami sanguinare sulla strada sulla polvere sull'antipolvere sull'erba>>), da William Blake a George Gordon Byron, da Primo Levi a Pessoa e Pasolini, i ritratti di Costantini (su cui colano, intelligentemente, i versi) creano una specie di album folle. Che conduce a una idea di fondo: la poesia è sempre in lotta. Lotta contro la Storia, contro l'umanità, contro il linguaggio, contro il potere. I poeti, invisibili e villipesi, reggono sul filo di un aggettivo le sorti del mondo, <<io sono qui, sono sempre qui>>, bercia il dionisiaco Rimbaud. I governi crollano, i poeti restano. 

Read More 1 Comments