Diario segreto di Pasolini

Una Graphic Novel di Elettra Stamboulis e Gianluca Costantini


ACQUISTA IL LIBRO


“Diario segreto di Pasolini” è un'indagine sulla giovinezza del poeta, sulle influenze e sulle vicende della sua formazione. 

Basato sui materiali pubblici e privati lasciati dall'intellettuale, il libro si presenta come un diario storico ed emotivo scritto da unPier Paolo Pasolini un po' immerso nel presente dell'infanzia e della giovinezza, un po' cosciente dell'interezza della propria stessa vita, dal concepimento fino alla morte. E perfino oltre, mentre cita testi che parlano di lui per poi chiedersi ironicamente come mai li conosce.

S. Di Virgilio, Panorama


Non usiamo la parola ‘famoso’ perché stonerebbe con la personalità di uomo che non voleva mai emergere, immerso in una periferia che sembrava farlo ingrigire e soffocarlo pian piano nell’anima e nella mente, prosegue Stamboulis, “perché nella sua poetica c’è sempre un continuo rimando alla polvere, alla periferia delle città e del mondo, a quanto è messo in disparte. C’è più briciole del pane per terra che pagnotta. E credo che si sentisse vicino a quel pavimento e non a chi sedeva a capotavola“.
M. C. Strappaveccia, L'Indro



Giocando su questa ipotesi fantastica, Stamboulis e Costantini scrivono un’autobiografia immaginaria, ma al contempo basata su tutti i dati di realtà disponibili.  Un diario disegnato, segreto nel senso di mistico, immaginato lavorando sulle interviste, i film, le lettere private, i saggi dell’intellettuale più discusso del novecento italiano.

Il diario ripercorre la vita di Pier Paolo, dall’infanzia alla morte del fratello Guido, partigiano ucciso tragicamente da altri partigiani. È una ricostruzione realizzata attraverso la voce dell’autore: una registrazione sentimentale di Pasolini prima di diventare Pasolini. I suoi anni di formazione e di crescita divengono un romanzo di formazione perché, come diceva Pasolini stesso, la realtà va rimitizzata, non consegnata per quello che è stata. La commistione di diversi stili, tipica degli ultimi lavori della coppia, evoca in modo naturale e realistico la versatilità stilistica della stessa voce narrante.

Un libro adatto anche per chi cerca un romanzo di formazione, senza sapere chi è divenuto poi Pier Paolo Pasolini.


Biografie:

Elettra Stamboulis vive e lavora a Ravenna dove si occupa di progettazione culturale, curatela e organizzazione di eventi espositivi. Socia fondatrice dell’associazione Mirada, ha curato, tra le altre, le mostre di Marjane Satrapi, Joe Sacco, Danijel Zezelj, e il festival internazionale del fumetto di realtà Komikazen. come sceneggiatrice ha pubblicato le graphic novel Arrivederci, Berlinguer (beccoGiallo, 2013), Cena con Gramsci (beccoGiallo, 2012), L’ammaestratore di Istanbul (Giuda, 2013), Officina del macello (Eris, 2014). 

Gianluca Costantini disegnatore e artista visivo che indaga il reale da più di 15 anni. Ha pubblicato le graphic novel Arrivederci, Berlinguer (beccoGiallo, 2013), Cena con Gramsci (becco- Giallo, 2012), Julian Assange dall’etica hacker a Wikileaks (beccoGiallo, 2011), Cattive Abitudini (Giuda 2013), L’ammaestratore di Istanbul (Giuda, 2013), Vorrei incontrarti (fernandel, 2006), Diario di un qualunquista (fernandel, 2007), Ultimo. Storia di ordinaria guerra civile (Edizioni del vento, 2007), Officina del macello (Eris, 2014).




 Tournée

 

1) 2 novembre 2015, con Iacopo Gardelli e Roberta Cappelli, Libreria Feltrinelli, Ravenna

2) 5 novembre - 15 novembre 2015, Dock 61, Ravenna (Esposizione)

3) 21 novembre 2015, Sede Consulta Giovanile, Via Arborea snc,  (Marrubio, Oristano)

4) 26 novembre 2015, con Roberto Roversi (Presidente UCCA), Biblioteca Comunale, Forlì

5) 26 novembre 2015 2015, Biblioteca Comunale, Forlì (Esposizione)

6) 6 dicembre 2015, Più libri più liberi, (Roma)

7) 18 dicembre 2015, Atelier010, (Pescara)

8) 23 gennaio 2015, con Alessio Barettini e Piero Ferrante, Babelica, Torino

9) 23 gennaio 2015, Istituto Tecnico Industriale Giuseppe Peano, Torino

10) 5 febbraio 2015, Libreria Libre, Verona

11) 6 febbraio 2015, con Valerio Millefoglie, Spazio B**k, Milano

12) 7 febbraio, Folletto25603, Abbiategrasso (MI)

13) 4 marzo, con Simone Martinello, Torre dell'Orologio - Sala Antiquarium, Loreo (Rovigo)

14) 23 aprile, con Puca Jeronimo Rojas Beccaglia e Marco Trulli, Cosmonauta, Viterbo

15) 24 agosto, con Francesca Ghio, Officina d'Arte Ponte di Ferro, Carrara


Novità:

Presentazione Diario segreto di Pasolini - Viterbo

Diario segreto di Pasolini

di Elettra Stamboulis (testi) e Gianluca Costantini (disegni)

 

ne parleremo

con Puca Jeronimo Rojas Beccaglia

a Viterbo sabato 23 aprile alle 18.30

 

al Cosmonauta, Via dei Giardini n.11, Viterbo

 

“La cosa più importante che Pasolini avrebbe potuto dare ai suoi contemporanei sarebbe stata il suo diario” scrissero dopo la sua morte. 

Giocando su questa ipotesi fantastica, Stamboulis e Costantini scrivono un’autobiografia immaginaria, ma al contempo basata su tutti i dati di realtà disponibili. Un diario disegnato, segreto nel senso di mistico, immaginato lavorando sulle interviste, i film, le lettere private, i saggi dell’intellettuale più discusso del novecento italiano.

Il diario ripercorre la vita di Pier Paolo, dall’infanzia alla morte del fratello Guido, partigiano ucciso tragicamente da altri partigiani. È una ricostruzione realizzata attraverso la voce dell’autore: una registrazione sentimentale di Pasolini prima di diventare Pasolini. I suoi anni di formazione e di crescita divengono un romanzo di formazione perché, come diceva Pasolini stesso, la realtà va rimitizzata, non consegnata per quello che è stata.

La commistione di diversi stili, tipica degli ultimi lavori della coppia, evoca in modo naturale e realistico la versatilità stilistica della stessa voce narrante.

Un libro adatto anche per chi cerca un romanzo di formazione, senza sapere chi è divenuto poi Pier Paolo Pasolini.

Gianluca Costantini è autore, disegnatore e blogger ravennate. Diplomato all’Accademia di Belle Arti di Ravenna, insegna Arte del Fumetto al Biennio Specialistico dell’Accademia di Belle Arti di Bologna, Tecniche di animazione digitale alla LABA Libera Accademia di Belle Arti di Rimini e Applicazioni digitali all’Accademia di Belle Arti di Ravenna.

Elettra Stamboulis è socia fondatrice di associazione Mirada, si occupa di progettazione culturale, cura e organizzazione di eventi espositivi. Cura il Festival Internazionale del fumetto di realtà Komikazen, che si tiene ogni anno a Ravenna.

Read More 5 Comments

Presentazione Diario segreto di Pasolini - Loreo

Diario segreto di Pasolini

di Elettra Stamboulis (testi) e Gianluca Costantini (disegni)

 

ne parleremo

con Simone Martinello

a Loreo (RR), venerdì 4 marzo alle 21.30

 

alla Riviera Marconi Torre dell'Orologio Sala Antiquarium", a Loreo (RO)

 

A quarant'anni dall'orrendo omicidio di Pier Paolo Pasolini, tornano in Libre! Elettra Stamboulis e Gianluca Costantini, con il loro ultimo bel lavoro: ancora una volta storie illustrate nella Storia, con l'editore BeccoGiallo.

Giocando su questa ipotesi fantastica, Stamboulis e Costantini scrivono un’autobiografia immaginaria, ma al contempo basata su tutti i dati di realtà disponibili. Un diario disegnato, segreto nel senso di mistico, immaginato lavorando sulle interviste, i film, le lettere private, i saggi dell’intellettuale più discusso del novecento italiano.

Il diario ripercorre la vita di Pier Paolo, dall’infanzia alla morte del fratello Guido, partigiano ucciso tragicamente da altri partigiani. È una ricostruzione realizzata attraverso la voce dell’autore: una registrazione sentimentale di Pasolini prima di diventare Pasolini. I suoi anni di formazione e di crescita divengono un romanzo di formazione perché, come diceva Pasolini stesso, la realtà va rimitizzata, non consegnata per quello che è stata.

La commistione di diversi stili, tipica degli ultimi lavori della coppia, evoca in modo naturale e realistico la versatilità stilistica della stessa voce narrante.

Un libro adatto anche per chi cerca un romanzo di formazione, senza sapere chi è divenuto poi Pier Paolo Pasolini.

Read More 2 Comments

Presentazione Diario segreto di Pasolini - Abbiategrasso (MI)

Diario segreto di Pasolini

di Elettra Stamboulis (testi) e Gianluca Costantini (disegni)

 

ne parleremo

a Abbiategrasso domenica 7 febbraio alle 17.30

 

al Folletto25603, lungo i binari vicino il Parco di via Lattuada, Quartiere Folletta ad Abbiategrasso (MI)

 

A quarant'anni dall'orrendo omicidio di Pier Paolo Pasolini, tornano in Libre! Elettra Stamboulis e Gianluca Costantini, con il loro ultimo bel lavoro: ancora una volta storie illustrate nella Storia, con l'editore BeccoGiallo.

Giocando su questa ipotesi fantastica, Stamboulis e Costantini scrivono un’autobiografia immaginaria, ma al contempo basata su tutti i dati di realtà disponibili. Un diario disegnato, segreto nel senso di mistico, immaginato lavorando sulle interviste, i film, le lettere private, i saggi dell’intellettuale più discusso del novecento italiano.

Il diario ripercorre la vita di Pier Paolo, dall’infanzia alla morte del fratello Guido, partigiano ucciso tragicamente da altri partigiani. È una ricostruzione realizzata attraverso la voce dell’autore: una registrazione sentimentale di Pasolini prima di diventare Pasolini. I suoi anni di formazione e di crescita divengono un romanzo di formazione perché, come diceva Pasolini stesso, la realtà va rimitizzata, non consegnata per quello che è stata.

La commistione di diversi stili, tipica degli ultimi lavori della coppia, evoca in modo naturale e realistico la versatilità stilistica della stessa voce narrante.

Un libro adatto anche per chi cerca un romanzo di formazione, senza sapere chi è divenuto poi Pier Paolo Pasolini.

Read More 2 Comments

Presentazione Diario segreto di Pasolini - Milano

Diario segreto di Pasolini

di Elettra Stamboulis (testi) e Gianluca Costantini (disegni)

 

ne parleremo

con Valerio Millefoglie

a Milano sabato 6 febbraio alle 18.00

 

allo Spazio B**k, Via Luigi Porro Lambertenghi n.20, Milano

 

Elettra e Gianluca si confrontano con  Valerio, scrittore di romanzi e autore dell’articolo In viaggio con Pasolini : tracce di vita che diventano narrazione visiva o rimangono cronaca aprendo finestre narrative.

“C’ è qualcosa di profetico nel teatro e nella scrittura. Questo piccolo spettacolo che capisco essere infantile, ma vero, stenta a dirmi di qualcosa che accadrà di tragico e irrimediabile. Sono una Cassandra rifugiata nel mondo di Versuta. Leggo i Canti del popolo greco di Tommaseo. E sento le voci di chi ha sceltola montagna”.

Read More 2 Comments

Presentazione Diario segreto di Pasolini - Verona

Diario segreto di Pasolini

di Elettra Stamboulis (testi) e Gianluca Costantini (disegni)

 

ne parleremo

Verona venerdì 5 febbraio alle 18.00

 

a Libre!, Via Scrimiari 51b, Verona

 

A quarant'anni dall'orrendo omicidio di Pier Paolo Pasolini, tornano in Libre! Elettra Stamboulis e Gianluca Costantini, con il loro ultimo bel lavoro: ancora una volta storie illustrate nella Storia, con l'editore BeccoGiallo.

Giocando su questa ipotesi fantastica, Stamboulis e Costantini scrivono un’autobiografia immaginaria, ma al contempo basata su tutti i dati di realtà disponibili. Un diario disegnato, segreto nel senso di mistico, immaginato lavorando sulle interviste, i film, le lettere private, i saggi dell’intellettuale più discusso del novecento italiano.

Il diario ripercorre la vita di Pier Paolo, dall’infanzia alla morte del fratello Guido, partigiano ucciso tragicamente da altri partigiani. È una ricostruzione realizzata attraverso la voce dell’autore: una registrazione sentimentale di Pasolini prima di diventare Pasolini. I suoi anni di formazione e di crescita divengono un romanzo di formazione perché, come diceva Pasolini stesso, la realtà va rimitizzata, non consegnata per quello che è stata.

La commistione di diversi stili, tipica degli ultimi lavori della coppia, evoca in modo naturale e realistico la versatilità stilistica della stessa voce narrante.

Un libro adatto anche per chi cerca un romanzo di formazione, senza sapere chi è divenuto poi Pier Paolo Pasolini.

Read More 2 Comments

Presentazione Diario segreto di Pasolini - Torino

Diario segreto di Pasolini

di Elettra Stamboulis (testi) e Gianluca Costantini (disegni)

 

ne parleremo
con il Alessio Barettini e Piero Ferrante

Torino sabato 23 gennaio alle 19.00

 

Babelica, Via Don Bosco 23e, Torino

 

In una serata informale, Alessio Barettini e Piero Ferrante insieme agli autori, Elettra Stamboulis e Gianluca Costantini, presenteranno la graphic novel "Diario Segreto di Pasolini" edizioni BeccoGiallo.

Il Dario segreto di Pasolini è un’autobiografia immaginaria, ma al contempo basata su tutti i dati di realtà disponibili, un diario disegnato, segreto nel senso di mistico, immaginato lavorando sulle interviste, i film, le lettere private, i saggi dell’intellettuale più discusso del novecento italiano.

Il diario ripercorre la vita di Pier Paolo, dall’infanzia alla morte del fratello Guido, partigiano ucciso tragicamente da altri partigiani. È una ricostruzione realizzata attraverso la voce dell’autore: una registrazione sentimentale di Pasolini prima di diventare Pasolini. I suoi anni di formazione e di crescita divengono un romanzo di formazione perché, come diceva Pasolini stesso, la realtà va rimitizzata, non consegnata per quello che è stata.

La commistione di diversi stili, tipica degli ultimi lavori della coppia, evoca in modo naturale e realistico la versatilità stilistica della stessa voce narrante. Un libro adatto anche per chi cerca un romanzo di formazione, senza sapere chi è divenuto poi Pier Paolo Pasolini.

Read More 1 Comments

Recensione Diario Segreto di Pasolini su BlowUp.

di Vittore Baroni

su Blow Up, n.212 gennaio 2016

 

Esaurita la girandola mediatica sull'anniversario della scomparsa di Pasolini, possiamo considerare a mente serena il singolare tributo di Costantini, già autore su testi della Stamboulis di altre atipiche biografie per immagini (Berlinguer, Gramsci ecc...). Il disegnatore impiega qui difatti l'evocativo tratto alla Pettibon per raccontare la vita "segreta" del giovane Pier Paolo, prima che questi diventi il P.P.P. che tutti conosciamo.Sulle pagine a righe di un vecchio diario, disegni e foto ritoccate imbastiscono una cronologia per frammenti - dalla nascita nel 1922 al febbraio '45, quando viene ucciso il fratello partigiano Guido - basata su fatti reali, desunti da lettere e altri documenti, ma al tempo stesso costruita tramite l'evocazione immaginaria di pensieri, sensazioni ed epifanie del poeta bambino, dal complesso rapporto col padre militare alle prime amicizie, dalla passione per il calcio alla scoperta dei suoi maestri di vita. Un lavoro riuscito e toccante proprio quanto più riesce a eludere le convenzioni delle usuali biografie, per traslare su un piano lirico e universale il racconto della "formazione" di un grande intelletto.

 

Read More 3 Comments

Presentazione Diario segreto di Pasolini - Roma

 

Diario segreto di Pasolini

di Elettra Stamboulis (testi) e Gianluca Costantini (disegni)

 

ne parleremo

a Roma domenica 6 dicembre alle 15.00

 Più libri più liberi Sala Corallo (Roma)

 

Giocando su questa ipotesi fantastica, Stamboulis e Costantini scrivono un’autobiografia immaginaria, ma al contempo basata su tutti i dati di realtà disponibili.  Un diario disegnato, segreto nel senso di mistico, immaginato lavorando sulle interviste, i film, le lettere private, i saggi dell’intellettuale più discusso del novecento italiano.

Il diario ripercorre la vita di Pier Paolo, dall’infanzia alla morte del fratello Guido, partigiano ucciso tragicamente da altri partigiani. È una ricostruzione realizzata attraverso la voce dell’autore: una registrazione sentimentale di Pasolini prima di diventare Pasolini. I suoi anni di formazione e di crescita divengono un romanzo di formazione perché, come diceva Pasolini stesso, la realtà va rimitizzata, non consegnata per quello che è stata. La commistione di diversi stili, tipica degli ultimi lavori della coppia, evoca in modo naturale e realistico la versatilità stilistica della stessa voce narrante.

Un libro adatto anche per chi cerca un romanzo di formazione, senza sapere chi è divenuto poi Pier Paolo Pasolini.

Read More 3 Comments

Presentazione Diario segreto di Pasolini - Forlì


Diario segreto di Pasolini

di Elettra Stamboulis (testi) e Gianluca Costantini (disegni)

 

ne parleremo
con Roberto Roversi (Presidente UCCA)

Forlì giovedì 26 novembre alle 21.30

 alla Biblioteca Comunale,  (Forlì))

 

All'interno della rassegna "Strati della Cultura" Dalle opere di Pier Paolo Pasolini

 

Giocando su questa ipotesi fantastica, Stamboulis e Costantini scrivono un’autobiografia immaginaria, ma al contempo basata su tutti i dati di realtà disponibili.  Un diario disegnato, segreto nel senso di mistico, immaginato lavorando sulle interviste, i film, le lettere private, i saggi dell’intellettuale più discusso del novecento italiano.

Il diario ripercorre la vita di Pier Paolo, dall’infanzia alla morte del fratello Guido, partigiano ucciso tragicamente da altri partigiani. È una ricostruzione realizzata attraverso la voce dell’autore: una registrazione sentimentale di Pasolini prima di diventare Pasolini. I suoi anni di formazione e di crescita divengono un romanzo di formazione perché, come diceva Pasolini stesso, la realtà va rimitizzata, non consegnata per quello che è stata. La commistione di diversi stili, tipica degli ultimi lavori della coppia, evoca in modo naturale e realistico la versatilità stilistica della stessa voce narrante.

Un libro adatto anche per chi cerca un romanzo di formazione, senza sapere chi è divenuto poi Pier Paolo Pasolini.

Read More 2 Comments

Presentazione Diario segreto di Pasolini - Marrubiu

Diario segreto di Pasolini

di Elettra Stamboulis (testi) e Gianluca Costantini (disegni)

 

ne parleremo
con il Collettivo Trama

Marrubiu sabato 21 novembre alle 18.30

 

alla Sede Consulta Giovanile, Via Arborea snc,  (Marrubio, Oristano)

 

All'interno della rassegna "Pasolini. Una storia sbagliata"

 

Giocando su questa ipotesi fantastica, Stamboulis e Costantini scrivono un’autobiografia immaginaria, ma al contempo basata su tutti i dati di realtà disponibili.  Un diario disegnato, segreto nel senso di mistico, immaginato lavorando sulle interviste, i film, le lettere private, i saggi dell’intellettuale più discusso del novecento italiano.

Il diario ripercorre la vita di Pier Paolo, dall’infanzia alla morte del fratello Guido, partigiano ucciso tragicamente da altri partigiani. È una ricostruzione realizzata attraverso la voce dell’autore: una registrazione sentimentale di Pasolini prima di diventare Pasolini. I suoi anni di formazione e di crescita divengono un romanzo di formazione perché, come diceva Pasolini stesso, la realtà va rimitizzata, non consegnata per quello che è stata. La commistione di diversi stili, tipica degli ultimi lavori della coppia, evoca in modo naturale e realistico la versatilità stilistica della stessa voce narrante.

Un libro adatto anche per chi cerca un romanzo di formazione, senza sapere chi è divenuto poi Pier Paolo Pasolini.

Read More 2 Comments

"I problemi non si risolvono, si vivono". Dock61

"I problemi non si risolvono, si vivono" 

Ricordare Pasolini a quarant'anni dalla morte

5 novembre - 15 novembre

inaugurazione il 5 novembre alle 19.00

Dock61, Via Magazzini Posteriori n.61, Ravenna

 

Giovedì 5 novembre, alle 19.00 Gianluca Costantini ed Elettra Stamboulis inaugureranno la mostra delle tavole tratte dalla loro graphic novel Diario Segreto di Pasolini (Ed. Beccogiallo). A seguire aperitivo con gli autori

 

Alle 19 di venerdì 6 novembre aperitivo di benvenuto. A seguire alle 20,30 Andrea Bruni, critico cinematografico, racconterà “L'esistenza inammissibile. Dialoghi sulla vita di Pierpaolo Pasolini e sul suo cinema eretico.”

 

Alle 19 di sabato 7 novembre, appuntamento dedicato a Pasolini poeta e scrittore: aperitivo con letture di Lorenzo Carpinelli presentate da Alessandra Carini.


La mostra di Gianluca Costantini sarà aperta al pubblico sino al 15 novembre, dal mercoledì alla domenica, dalle 19 alle 24.

La rassegna si inserisce nel calendario di eventi promossi dalla Direzione Nazionale Arci in ricordo di Pier Paolo Pasolini.

ingresso libero

Read More 3 Comments

Il romanzo di formazione di un intellettuale

Il libro. Elettra Stamboulis e Gianluca Costantini danno alle stampe un romanzo grafico che giovedì 5 novembre verrà presentato a Ravenna

Il romanzo di formazione di un intellettuale

"La sua scandalosità nell'epoca del conformismo atrofizzato è nascosta sotto il balcone"

di Alessandro Fogli

in Corriere Romagna, 3 novembre 2015


RAVENNA. È da qualche giorno in libreria “Diario segreto di Pasolini. La vita di Pier Paolo Pasolini prima di diventare Pasolini” (Becco Giallo), romanzo grafico scritto da Elettra Stamboulis e disegnato da Gianluca Costantini, che giovedì 5 novembre verrà presentato al circolo Arci Dock61 (ore 19).

Un lavoro di grande forza poetica e intensità, un diario immaginato dagli autori lavorando sulle lettere private, le interviste, i film e gli scritti dell’autore, di cui il 2 novembre ricorreva il quarantesimo anniversario della morte. Di questo “Diario segreto di Pasolini” parliamo con Stamboulis e Costantini.

Qual è l’urgenza (artistica, personale o quant’altro) sottesa alla realizzazione del libro?

Costantini: «La vita di Pasolini prima di diventare Pasolini è stata sì raccontata, da Nico Naldini ed Enzo Siciliano, ma come una biografia necessaria che prepara alla vita di “PPP” a partire da Roma: a noi interessava il romanzo di formazione di questo intellettuale che ha espresso, forse più di qualsiasi altro nel panorama i- taliano, la nostalgia assoluta per quell’epoca d’oro dell’infanzia e della giovinezza in cui tutto accade. La tensione psicoanalitica, metabolizzata ma sempre presente, riporta sempre l’autore a quel momento, a quel segreto. Ci sembrava il punto migliore per un fumetto. Volevamo un libro che fosse anche per coloro che Pasolini non sanno chi sia. Non a caso anche nella copertina compare un bambino con i piedi nell’acqua che potrebbe essere chiunque».

Il lavoro di ricerca è molto evidente, ma altrettanto presente è il vostro tocco personale a questo “diario”. Quanto e come ha influito Paso- lini nei vostri percorsi di vita?

Stamboulis: «Non saprei inserire in una graduatoria la lettura di Pasolini: dico lettura perché per me è soprattutto con il poeta il mio incontro. Sicuramente uno degli ami- ci che più ha influito sulla mia adolescenza, sulle mie scelte di quell’epoca, era un lettore appassiona- to e un pasoliniano. Forse per me Pasolini è mediato dal suo sguardo, che ora purtroppo non c’è più. Devo dire che usare la prima persona non significa per forza cedere alla tentazione di rompere gli argini del rispetto della vita degli altri. Io mi sento un po’ come il protagonista de “Le vite degli altri”, ascolto i loro sussurri e divento la loro voce».

Costantini: «Pasolini per me è stata quasi sempre una voce, da ascoltare, anche solo come suono, poi naturalmente le immagini cinematografiche e la loro costruzione scenica mi hanno sempre molto colpito, non so però quanto influito nel mio lavoro».

Vi ha in qualche misura spaventato dare una nuova voce, nuove parole e immagini a Pasolini? Ci sono stati, insomma, timori reverenziali?

Stamboulis: «Non ho timore dei morti. Certo la voce di Pasolini potrebbe spaventare, ma è proprio lui che ti richiama al rompere, all’osare. Avevo più paura della folla dei pasoliniani, ma per adesso non mi hanno lanciato i pomodori. Se vuoi raccontare Pasolini devi per forza es- sere un poco eretico, e quindi una donna che si appropria della sua voce, diventa “io Pasolini”, ci stava bene».

Costantini: «Qualche timore, sì, soprattutto quello di come rappresentarlo con il disegno, alla fine mi sono lasciato andare più a un immaginario buono e cattivo contemporaneamente».

Secondo voi qual è la percezione attuale di Pasolini in Italia?

Costantini: «Viene spesso citato a sproposito, succede per lui come per i testi sacri. La sua scandalosità invece – l’essere d’impiccio, nell’epoca del conformismo atrofizzato – è nascosta sotto il bancone». 

Read More 3 Comments

Il manifesto per l'ARCI su Pier Paolo Pasolini


In occasione del  quarantennale della morte del poeta Pier Paolo Pasolini ho realizzato il manifesto per l'ARCI "I problemi non si risolvono si vivono".


Quaranta anni fa, la sera del 2 novembre del 1975, Pier Paolo Pasolini veniva ucciso in circostanze mai del tutto chiarite. Con il suo assassinio non veniva meno solo la sua persona fisica, ma si concludeva  un periodo  che aveva segnato profondamente la storia del nostro paese. Si concludeva il “lungo 68” italiano. Mentre in altre parti d’Europa e del mondo quello straordinario movimento esaurì presto la propria carica nobilitatrice e innovativa, in Italia, grazie all’incontro tra operai e studenti, tra ceti medi, intellettuali e classi popolari, durò negli anni e contribuì in modo determinante a democratizzare e modernizzare la nostra società.

Read More 6 Comments

Diario segreto di Pasolini, la formazione di un intellettuale - Panorama

"Diario segreto di Pasolini", la formazione di un intellettuale

Dall'infanzia nomade fino al doloroso impatto con l'età adulta del poeta tragicamente scomparso 40 anni fa

di Serena di Virgilio

su Panorama.it del 2 novembre, 2015


“Diario segreto di Pasolini” è un'indagine sulla giovinezza del poeta, sulle influenze e sulle vicende della sua formazione. 

Basato sui materiali pubblici e privati lasciati dall'intellettuale, il libro si presenta come un diario storico ed emotivo scritto da unPier Paolo Pasolini un po' immerso nel presente dell'infanzia e della giovinezza, un po' cosciente dell'interezza della propria stessa vita, dal concepimento fino alla morte. E perfino oltre, mentre cita testi che parlano di lui per poi chiedersi ironicamente come mai li conosce.


Scritto da Elettra Stamboulis e disegnato da Gianluca Costantini, “Diario segreto di Pasolini” si inserisce nella serie di riflessioni originali e appassionate create negli ultimi anni dalla coppia a partire dalle biografie di intellettuali e politici quali Berlinguer, Gramsci, Pertini, tutti pubblicati da BeccoGiallo.

Read More 2 Comments

La vita di Pier Paolo Pasolini raccontata...

di Roberta Bezzi
in Il Resto del Carlino, domenica 1 novembre 2015


La vita di Pier Paolo Pasolini raccontata in una graphic novel.

Il lavoro di Costantini e Stamboulis dedicato al grande regista


Si intitola "Diario segreto di Pasolini", la nuova graphic novel scritta e disegnata a quattro mani da Gianluca Costantini e Elettra Stamboulis, per le edizioni BeccoGiallo. Ufficialmente presentata venerdì scorso alla Fiera 'Comis and Games' di Lucca, il volume è già nelle librerie e fa il suo 'debutto' pubblico a Ravenna domani alle 18, alla Feltrinelli, con la partecipazione degli autori. Giovedì 5 novembre, è in programma un secondo incontro al Dock61 in Darsena, dove sarà allestita anche una piccola mostra con alcuni dei disegni pubblicati nel libro. Il disegnatore e artista visivo Costantini e la fondatrice dell'Associazione Mirada, Stamboulis che si occupa di progettazione culturale e di organizzazione di eventi espositivi, hanno già realizzato insieme 'Pertini fra le nuvole', 'Arrivederci Berlinguer' e 'Cena con Gramsci', una trilogia sulla Sinistra italiana dalla fine della prima guerra mondiale a oggi, oltre a 'Officina del Macello' e 'L'ammaestratore di Istanbul'. "In realtà - racconta Costantini -, questa volta lo spunto ci è arrivato direttamente dalla casa editrice, in occasione del quarantennale della morte di Pier Paolo Pasolini. Esistono già altri libri a fumetti su di lui, ma che trattano più che altro la fine della sua vita e non l'inizio, ossia gli anni dell'infanzia, dell'università, della giovinezza. Così, proponiamo un punto di vista diverso".

Costantini si è lasciato ispirare soprattutto dal Pasolini regista, disegnatore e pittore. "In questo anno di lavoro - aggiunge -, mi sono fatto una cultura basata sulle sue foto e immagini, per cui ho cercato di seguire la sua visione estetica e anche la sua morbosità, dato che Pasolini metteva sempre qualcosa di sporco e cattivo. 'Diario segreto di Pasolini' racconta la vita di Pasolini prima di diventare l'intellettuale scomodo che tutta Italia ha conosciuto. Stamboulis, per i testi, ha invece tratto spunto dalle sue lettere private e dai suoi scritti. "Pasolini - afferma - ha avuto un'infanzia e un inizio di vita felice che contrasta con le immagini stereotipate dell'artista tormentato. La sua vita è paradigmatica, è un romanzo di formazione per tutti i ragazzi, che invita a interrogarsi su cosa significa crescere, perdersi, avere il senso delle proprie radici, avere paura...

Pasolini conosce per la prima volta il dolore quando muore il fratello partigiano Guido, ucciso alla fine della guerra da un gruppo di altri partigiani e gettato in una fossa comune. Il libro è anche un omaggio alle sue origini ravennati. Molti ricordano che la madre, la maestra Susanna Colussi, era nativa del borgo friulano di Casarsa della Delizia dove Pier Paolo andava spesso da bambino, ma dimenticano che il padre Carlo Alberto, ufficiale di carriera, apparteneva al ramo di una famiglia ravennate, i Pasolini dall'Onda".

Read More 0 Comments

Pasolini prima di diventare Pasolini - L'Indro

Pasolini prima di diventare Pasolini
Elettra Stamboulis ci rivela secondo Lei la parte segreta del letterato novecentesco 

Intervista a cura di Maria Chiara Strappaveccia
su L'Indro, 26 ottobre 2015


È uscito alla fine della settimana, in tutte le librerie, il fumetto, disegnato da Gianluca Costantini e sceneggiato da Elettra Stamboulis, che vuole ricostruire la vita di Pasolini prima che diventasse il letterato e il regista che conosciamo oggi. Una biografia immaginaria quella riportata in questo fumetto dal titolo ‘Diario segreto di Pasolini. La vita di Pier Paolo Pasolini prima di diventare Pasolini’, seppur con note tratte dalle sue interviste, lettere, diari personali e molte altre fonti. Fare un racconto veritiero tratto da tali testimonianze sarebbe un’eresia, quanto lo sarebbe stato parlare come Pasolini, sostiene la sceneggiatrice di questo fumetto, Elettra Stamboulis. Pier Paolo in questo fumetto è il ragazzo ironico, ma che sta crescendo, “fastidioso“ quanto basta, a volte anche un po’ saccente. È quello che ritroviamo se leggiamo le sue lettere private, in particolare quelle spedite o consegnate agli amici. “Quando, ad esempio, dà del ‘pugnettaro’ a un professore dell’epoca è proprio uno di noi.., ce lo rende umano e non il gigante letterario, come invece siamo soliti definirlo“, ci dice Stamboulis. Non usiamo la parola ‘famoso’ perché stonerebbe con la personalità di uomo che non voleva mai emergere, immerso in una periferia che sembrava farlo ingrigire e soffocarlo pian piano nell’anima e nella mente, prosegue Stamboulis, “perché nella sua poetica c’è sempre un continuo rimando alla polvere, alla periferia delle città e del mondo, a quanto è messo in disparte. C’è più briciole del pane per terra che pagnotta. E credo che si sentisse vicino a quel pavimento e non a chi sedeva a capotavola“. Continua

Read More 0 Comments

La ricotta - Disegnare un film

> La ricotta - disegnare un film 

Workshop a cura di Gianluca Costantini 

 

dal 19 al 21 ottobre 2015 - Milano | Biennale Off - Mediterranea 17

 

Con il supporto di Enrico Parisio, in collaborazione
con RUFA - Roma University of Fine Arts
All'interno della Biennale dei Giovani Artisti del Mediterraneo
(Fabbrica del Vapore). OFF / OUT OF FABBRICA a cura di Marco Trulli.

Read More 9 Comments

I manifesti di Pasolini in giro per Pescara

A 40 anni dalla morte

Pier Paolo Pasolini e le nuove periferie tra cinema e libri

Pescara ricorda il Poeta, scrittore e regista con rassegne di film, reading e manifesti

in Il Centro, 20 ottobre 2015


'...Per cominciare, l'adesione del capoluogo adriatico alla campagna nazionale di affissione di manifesti con il ritratto di Pasolini, dipinto da Gianluca Costantini, voluta dalla Commissione tecnico-scientifica nominata dal ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini e cha ha il compito di coordinare e promuovere le iniziative culturali per le celebrazioni del quarantennale della scomparsa di Pier Paolo Pasolini, con la presidenza di Dacia Maraini e che vede tra i componenti Ninetto Davoli, Walter Veltroni e Lidia Ravera. Dunque il 2 novembre, stesso giorno del massacro all'Idroscalo di Ostia del 1975, compariranno i manifesti dal centro alla periferia pescarese...'

Read More 1 Comments