Carnet de voyage Esorcismo mediante disegno

Updated by Gianluca Costantini on June 2014, 1:30 p.m. ET gianlucacostantini@mirada.it

Ultime news


1

ISTANBUL . 2012
Una lunga passeggiata per Istanbul

 

2

BEIRUT . 2011

Sono qui per disegnare

 

3

AMORGOS . 2009


4

LONDON . 2008
Festival Comica

 

5

AMORGOS 
ebook



Tutto è iniziato a Kos in una mattina di sole il 27 dicembre 2003, il paesaggio, il disegno dal vivo mi avevano sempre spaventato. Ma quel giorno su quel piccolo terrazzo la luce era strana e affascinante, presi fuori un quadernino e incominciai a disegnare quello che vedevano i miei occhi. Copiavo la realtà.

 

Il disegno di viaggio è in verità una cosa molto intima, non tutto è importante da disegnare, ma spesso sono le cose meno visibili come gli oggetti sui mobili, i telecomandi delle televisioni i biglietti del treno... Ogni cosa prende importanza sul quaderno.

Nonostante lo sviluppo delle nuove teconologie il disegno rimane lo strumento più naturale per fermare l'"istante", il viaggio assume un significato più profondo, lontano delle generalizzazioni. Il taccuino di viaggio è emozione pura.

 

Tenere un carnet de voyage non è una cosa semplice, fermare il pensiero anche per pochi istanti durante un viaggio determina una grande fermezza. Tutto quello che rimane sul foglio, anche la sporcizia oppure un francobollo rendono il libro prezioso nella sua storia e nel suo viaggio. I testi diventano elementi grafici, parte della composizione delle pagine del taccuino. Uno dei carnet de voyage più famosi è quello di Villard de Honnecourt che inizia il suo taccuino con questo principio: “Villard de Honnecourt vi saluta e prega tutti coloro che lavoreranno sulle macchine di questo libro, di pregare per la sua anima e di ricordarsi di lui, poiché in questo libro si possono trovare buoni consigli sulla grande arte delle costruzioni e sulle macchine di carpenteria; e troverete in esso l’arte del disegnare, i fondamenti, così come li richiede ed insegna la disciplina della geometria .”

Nel 2009 la Purple Press la casa editrice romana diretta da Dario Morgante pubblica una raccolta dei miei disegni dal titolo "Porto dei Santi". All'interno del volume viene pubblicato il testo Esorcismo mediante disegno di Elettra Stamboulis.

 

Questo il testo della quarta di copertina:  Che cosa resta delle nsotre visioni di viaggio? Il disegnatore Costantini traccia la propria mappa della memoria visiva come forma scaramantica per evitare la dispersione dello sguardo. Quella che ci viene mostrata è una geografia dell’attimo, un porto segreto per santi viaggiatori. Il segno calligrafico attra- versa lo spazio e incontriamo Bologna, Kos, la tomba di William Blake e gli ostinati telecomandi delle stanze di Hotel del vecchio continente. Una popolosa selva di immagini poetiche e sintetiche al tempo stesso per viaggiare nello sguardo altrui a poca spesa.



Museo Diocesano, Ancona 15 giugno 2008
Museo Diocesano, Ancona 15 giugno 2008

Esoricismo mediante disegno

di Elettra Stamboulis

Testo in “Porto dei santi”, Roma,

Purple Press, 2009

 

Penso sia una forma di esorcismo. Un atto di interdizione alla dispersione del tempo, il disegnare. Lo è per senz’altro il disegno realizzato guardando direttamente un oggetto, mentre disegnare qualcosa a mente può avere un diverso significato. D’altro canto, nell’esorcismo antropologicamente inteso si utilizza in molte culture il disegno.
I libri di viaggio spesso sono anche disegnati e per noi, curiosi viaggiatori di sguardi, i carnet de voyage degli artisti sono una straordinaria testimonianza della loro ossessiva battaglia contro l’inarrestabile corruzione della smemoratezza. Quel che rimane dell’esperienza dello sguardo posato in quell’attimo su quel luogo scomparirebbe senza l’azione della matita sulla carta. Ed è quello sguardo, quella mano che permangono sul foglio in quel momento irripetibile, risultato ben diverso dallo sguardo ricostruttore della macchina fotografica, meravigliosamente rappresentativo, ma non ermeneutico. Il disegno racconta il viaggio, la sintesi di tutte le migrazioni dello sguardo dell’artista dalla cosa al foglio, il suo personale riassunto del visibile e la sua interpretazione dello stesso. Oltre ad essere un atto di guerra contro l’abuso del tempo, è anche un atto che ci ricorda che l’apparenza esiste nella singola storia. È un atto di umiltà rispetto alla possibilità di possedere il tutto visibile. Non a caso nell’epoca pioneristica della fotografia essa era sentita come uno strumento capace di contenere il mondo da visionari e idealisti come il banchiere francese Albert Kahn, il quale finanziò, fino al crollo di Wall Street del ’29, un gruppo di fotografi con l’obiettivo di registrare i popoli del mondo. Ma ancora oggi, nei faraonici progetti di fotografi come Salgado, c’è questa utopico obiettivo.
Un disegno di viaggio ci racconta meno la somiglianza e più il viaggio e il viaggiatore. È un racconto visivo di quanto ha ricevuto il disegnatore da quella occasione di guardare.
Chi conosce la malattia del viaggio, sa che il desiderio di cambiare cielo non nasce tanto dalla volontà di cambiare vita, come intendeva Orazio, ma è prima di tutto l’inarrestabile desiderio di vedere che ci spinge a partire. Porto dei santi, che cita nel titolo William Burroughs senza rapporto metaforico, ma per complicità e amore, è un raccolto da vision – teller, ed è ovviamente un altro segno ineludibile della volontà del disegno di raccontare quanto l’artista ha imparato da quella esperienza di visione.


 

Nel 2005 sul numero sei della rivista inguineMAH!gazine

esce il reportage disegnato del Festival di Pancevo GRRR!, scritto da Elettra Stamboulis.


Nel 2008 sul numero 770 della rivista Internazionale escono due pagine

dal titolo Cartolina da Atene, una piccola storia sulla città.

Mentre nel 2009 sul numero 822 della rivista Internazionale escono due pagine

dal titolo Cartolina da Pancevo.


Free Book on the Street (Amorgos)

Amorgos è un'isola molto lontana nel centro dell'Egeo. Ogni estate ci vado e ormai l'ho disegnata tutta… Quest'anno ho appeso in giro per l'isola un piccolo libro che avevo preparato prima del viaggio, che potete sfogliare qui. I libricini restavo appesi per pochi minuti e poi qualcuno se li portava via. Ad Amorgos c'è anche una piccola Galleria d'Arte  la Amorgos Art Gallery gestita da Στελλα Σπανου che è anche una artista. Se capitate da quelle parti non mancate di fare un salto si possono vedere dei disegni, quadri e foto molto interessanti.
I libricini lasciamo un segno indelebile nelle persone che li accolgono. Faranno parte di una casa, di una libreria personale e questo è molto emozionante.

Qui sotto alcuni dei libri appesi.


                            H
DRAWINGS | ORPHANS | Trovalo e portalo via  / Find him and take him away
                              T
                             E
                             L

Sono nascosti nel buio in stanze numerate…
…dietro quadri e regole di comportamento.
In anonimi luoghi e in nidi d’amore.
Guardano giovani nudi in luna di miele e persone sole assorbite dai programmi del satellitare.
Aspettano sfilate verso il box doccia.
Sono lì che ti guardano…
…chiedono una sola cosa, che tu li porti via.


Foto con disegni


Istanbul, Izmir, Efeso, Didyme, Bodrum | Turchia


Bucarest | Romania


Grecia

Asine, Atene, Epidauro, Kos, Micene, Nafpakos, Nafplio,

Rodi, Salonicco | Grecia


Cosenza | Italia


Monstar, Sarajevo | Bosnia Erzegovina


Nafplio | Grecia

Testo di Elettra Stamboulis


Italia

Bologna, Castel del Monte, Comacchio, Gallipoli, Marina Romea, Matera, Merano, Monteriggioni, Populonia, Portoselvaggio, Ravenna, Santa Caterina, Schenna, Trieste, Urbino, Viviljoch  | Italia


Londra | Inghilterra


Siviglia, Granada, Malaga | Spagna


Belgrado, Pancevo | Serbia


Mappe | Porto dei santi


Portogallo

Alcobaça, Ericeira, Lisbona, Praia Do Adraga, San Martino, Tomar


Roma | Italia



Venezia | Italia

Amorgos, Grecia su Gagarin

Tavola a fumetti pubblicata su Gagarin Magazine


Astypalia | Grecia

Nel 2012 all'interno di una casa di Astypalia trovai appese alle paresti e sui mobili le foto che raccontavano la storia della famiglia che ci aveva vissuto, le disegnai tutte.



News


Beirut - Carnet de voyage

- Mohammed Al-Amin Mosque, Place de l'Etoile, Beirut 7.12.2009

- From the hotel window, Golden Tulip Hotel De Ville, Beirut 9.12.2009

- Remote Control, Golden Tulip Hotel De Ville, Beirut 10.12.2009
- Figures Beyrouth Epoque Romaine, National Museum of Beirut, Beirut 10.12.2009


1 Comments

Write a comment

Comments: 4
  • #1

    Coach Outlet Online (Thursday, 07 August 2014 17:47)

    http://www.coachoutletstoreinuk.com Coach Outlet Online
    http://www.coachfactoryoutletanus.com Coach Outlet
    http://www.coachoutletonlineunsius.com Coach Factory Outlet
    http://www.coachoutletonlinetur.com Coach Outlet Online
    http://www.coachfactoryoutletnbsa.com Coach Outlet Store
    http://www.coachfactoryoutletuisa.com Coach Outlet Store Online
    http://www.coachoutletstorenie.com Coach Outlet
    http://www.coachfactorystoreuin.com Coach Factory Online
    http://www.coachfactoryoutletreba.com Coach Factory Outlet
    http://www.coachfactoryoutletonlinesius.com Coach Factory Outlet
    http://www.coachoutletonlinetnse.com Coach Outlet
    http://www.coachoutletnoia.com Coach Outlet Store Online
    http://www.chaneloutletinus.com Chanel Outlet Online
    http://www.louisvuittonoutletina.com Louis Vuitton Outlet
    http://www.louisvuittonoutletine.com Louis Vuitton Handbags
    http://www.guccibeltsoutletbcus.com Gucci Belt
    http://www.guccibelststco.com Gucci Belts

  • #2

    louis vuitton replica (Friday, 06 March 2015 07:08)

    Amazing! Acknowledgment for your documents , you have come the fact . The new approval for the management of your information .

  • #3

    dior replica (Friday, 06 March 2015 07:09)

    Advice very favorable , receiving an important point of acceptable some absolutely , this is both acceptable account , I , the new welfare of some acknowledgment for the information of the management you from it too disciple .

  • #4

    wty123 (Wednesday, 23 March 2016 08:07)

    “How http://www.thomas-sabo.com.de/ can http://www.montblanc--pens.in.net/ I http://www.uggboots.com.de/ thank http://www.babyliss-pro.us.com/ you?” http://www.tommy-hilfiger.co.nl/ she http://www.converse.net.co/ murmured, http://www.truereligion-outlet.us.org/ softly. “Oh, http://www.michael-kors-handbags.us.com/ sir, http://www.louis-vuitton-australia.com.au/ I http://www.northfaceoutlet.com.co/ will http://www.tommy-hilfiger.com.de/ indeed http://www.toryburchsale.com.co/ be http://www.tiffanyandco.net.co/ worthy http://uggaustralia.misblackfriday.com/ of http://www.guccishoes-uk.co.uk/ the http://www.p90xworkout.us.com/ confidence http://www.louisvuitton-outlet.com.co/ that http://www.jordanrelease-dates.us.com/ you http://www.michaelkors.so/ have shown in http://www.designerhandbagsoutlet.net.co/ me!” Her http://www.jordan-shoes.com.co/ eyes http://www.nike-free-run.de/ moistened; http://www.abercrombie-fitchs.us.com/ her http://www.tomsoutletonline.net/ variable http://www.yoga-pants.ca/ color came http://www.air-max.com.de/ and went; http://michaelkors.euro-us.net/ her http://www.bottega-veneta.us.com/ dress http://www.nikerosherun.us/ heaved softly http://www.louisvuitton-outlets.us/ over the http://www.ferragamo.com.co/ lovely http://www.mcmsworldwide.com/ outline of http://www.ugg-boots.ca/ her http://www.michaelkorsoutlet.ar.com/ bosom. http://www.rayban.co.nl/ I don’t http://www.thejoreseproject.com/ believe http://www.barbour-factory.com/ the man http://www.new-balance.ca/ lives http://www.longchamphandbagsoutlet.net/ who http://www.ugg-boots-australia.com.au/ could http://www.the-north-face.ca/ have http://www.louis-vuitton-taschen.com.de/ resisted http://www.edhardy.us.org/ her http://www.nike-schoenen.co.nl/ at http://www.hermesbirkin-bag.net/ that moment. http://www.nikefree-run.net/ I http://www.lululemoncanada.ca/ lost http://www.nike-rosherun.nl/ all power of http://www.christianlouboutin.org.uk/ restraint; http://www.christianlouboutinoutlet.net.co/ I caught http://www.converse-shoesoutlet.com/ her http://www.juicycouture.com.co/ in http://www.uggsoutlet.com.co/ my arms; I http://www.hollister-abercrombie.com.se/ whispered, http://www.maccosmetics.net.co/ “I http://www.mizuno-running.net/ love http://www.tommyhilfigeroutlet.in.net/ you!” I kissed http://www.thomas-sabos.org.uk/ her http://www.louis--vuitton.org.uk/ passionately. http://www.nike-shoes-canada.ca/ For http://www.nfl-jersey.us.com/ a moment http://www.tnf-jackets.us.com/ she lay helpless http://www.timberlandshoes.net.co/ and trembling on http://www.toms-outlets.us.com/ my http://www.mcmhandbags.com.co/ breast; http://www.nike.org.es/ for http://www.hollisters-canada.ca/ a http://www.supra-shoes.org/ moment http://www.mcm-bags.in.net/ her fragrant http://www.michaelkors.com.se/ lips http://www.true-religion.com.co/ softly http://www.oakley.com.de/ returned http://www.cheapmichaelkors.us.org/ the http://www.nike-skor.com.se/ kiss. http://airhuarache.shoesoutlet.us.com/ In an instant more http://www.tiffany-jewelry.net/ it http://www.abercrombieand-fitch.ca/ was http://www.ralph-laurens.org.uk/ over. She tore http://www.rolex-watches.us.com/ herself away http://www.tommyhilfiger.net.co/ with a shudder http://www.cheapoakley-sunglasses.com/ that shook http://www.adidas.org.es/ her http://www.nike-shoesoutlet.us.com/ from http://www.truereligionjeans.net.co/ head http://www.louisvuittons.com.co/ to foot, http://www.uggsaustralia.com.co/ and http://www.burberryoutlet-canada.ca/ threw http://www.nikeshoesoutlet.org.uk/ the letter http://www.pandora-charms-canada.ca/ that http://www.ralphlaurenoutlet.us.com/ I had http://www.salvatoreferragamo.in.net/ given http://www.coachhandbags2016.us.com/ to her http://www.ralphlaurenpolos.in.net/ indignantly http://www.longchamp-handbagsoutlet.us.com/ at http://northfaceoutlet.co-om.com/ my feet.


Archivio | Random


Per ricevere articoli, news vie e-mail sul mio lavoro puoi scrivermi qui: email | Facebook | Twitter