‘Fedele alla linea’, quando un disegno racconta più delle parole

di Elettra Stamboulis

 

Il nuovo libro di Gianluca Costantini interamente dedicato al Graphic Journalism ci interroga. Si sa, il disegno è sempre un perturbante, ma aldilà degli aspetti connessi alla presenza del soggetto disegnato, la questione che pone davanti ai nostri occhi questa raccolta è più connaturata al tema stesso della definizione del genere, ovvero cos’è il Journalism, il giornalismo, oggi?

La frammentazione dei canali di informazione, la loro delocalizzazione e la polverizzazione della responsabilità giornalistica sono aspetti percepiti da molti osservatori: la fine della “chiesa” dell’informazione e la nascita del brusio della piazza, in cui si può passeggiare, contribuire, interagire, sono aspetti cruciali di questa metamorfosi che si interseca con una crisi degli strumenti classici delle democrazie occidentali, come ad esempio la forma partito, che rende nebbioso l’orizzonte del quarto potere e del suo ruolo. Continua